Dieta Mediterranea

doppiapiramidealimentare.jpg

La dieta mediterranea è Patrimonio Unesco dell'Umanità ed è la migliore al mondo secondo il ranking di diete dell'U.S. News&world Report. 

Si tratta di un regime alimentare che prevede ampio consumo di:

  • cereali integrali

  • frutta, verdura, erbe aromatiche

  • legumi

E un consumo ridotto di:

  • carne

  • salumi

  • dolci

I suoi benefici nel ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, diabete, tumori sono dimostrati da numerosi studi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La dieta mediterranea non è solo sana, è anche sostenibile: secondo lo schema della piramide alimentare, i cibi che vanno consumati maggiormente sono quelli con il minor impatto ambientale e viceversa.

Secondo gli studi effettuati, la carne si trova in cima alla classifica degli alimenti più “inquinanti”, responsabile del 12% delle emissioni totali di gas serra. Meno influenti, ma con valori comunque importanti, i prodotti lattiero-caseari, che contribuiscono con una percentuale del 5%. La dieta mediterranea, oltre a essere la più sano dal punto di vista nutrizionale, sarebbe dunque anche sostenibile dal punto di vista ambientale dal momento che “prevede un elevato consumo di verdura, legumi, frutta fresca e secca, olio d’oliva e cereali; un moderato consumo di pesce e prodotti caseari (specialmente formaggio e yogurt); un ancora più moderato consumo di carne e dolci”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per capire quali sono i benefici di cui potrebbe godere l’ambiente “basti pensare che qualora tutti i cittadini italiani non mangiassero carne per un solo giorno a settimana, si avrebbe un risparmio totale di 198 mila tonnellate di CO2. Inoltre adottando una dieta mediterranea è possibile risparmiare oltre 2000 litri di acqua al giorno, grazie al consumo ridotto di prodotti di origine animale".

fonte: ilgiornaledelcibo.it